LA STORIA

NASCITA

La Festa della Musica nacque in Francia, grazie ad un’iniziativa del Ministro della Cultura francese il 21 giugno 1982. I musicisti furono invitati ad esibirsi gratuitamente per le strade, nelle piazze, nei giardini, nelle corti, nei musei, nei castelli e anche negli ospedali e nelle case di riposo. In quest’occasione si ebbe anche modo di suggerire alle grandi istituzioni musicali (orchestre, opere, cori, ecc..) di aprirsi a nuovi spazi e nuovi generi.

Da quel giorno, Festa della Musica è diventata una grande manifestazione popolare, gratuita, aperta a tutti i musicisti, dilettanti o professionisti, che desiderino esibirsi; il 21 giugno di ogni anno milioni di persone partecipano a questo evento, che mescola tutti i generi musicali e si rivolge alla gente con l’obiettivo di diffondere la pratica musicale e di familiarizzare giovani e meno giovani, di tutte le condizioni sociali, alle diverse espressioni musicali.

Il successo di questo evento culturale ha portato la Festa della Musica a diffondersi in 30 anni in più di 130 paesi ed in circa 400 città del mondo. La forza di questo evento ha dato origine ad un progetto Europeo, al quale partecipano già numerose capitali europee.

LA CRESCITA DELLA FESTA

La Festa della Musica è stata organizzata per la prima volta ad Arco nel 2004, ed è stata estesa ogni anno in un territorio sempre più ampio rispetto a quello semplicemente comunale.

La manifestazione ha visto non solo una grande partecipazione di artisti e di pubblico proveniente da tutta la regione, ma anche una presenza sempre più numerosa delle istituzioni ed organizzazioni provinciali e regionali che promuovono e praticano la musica al fine di presentare il lavoro dei loro allievi e dare loro l’opportunità di avere per la prima volta un pubblico importante.

La partecipazione spontanea delle realtà musicali della nostra regione e la mobilitazione di tante associazioni giovanili ogni anno dimostra che la manifestazione è diventata un autentico fenomeno sociale in Trentino Alto Adige. Durante tale manifestazione, associazioni, allievi o gruppi dilettanti hanno la possibilità di portare a conoscenza del sempre più numeroso pubblico il frutto di tante ore di lavoro, svolto nelle sale prove, nelle cantine o garage di turno. E’ un occasione importante per far conoscere la propria arte e trasmettere di conseguenza a tante altre persone la propria passione.

Per ogni artista è una grande soddisfazione poter catturare l’attenzione della gente con la propria arte e scambiare opinioni, confrontarsi con altri musicisti che vengono da altre città ed altri paesi europei.